Tariffa premio autoconsumo, ottima per i piccoli impianti

Versione stampabileInvia a un amico
di Carmine Lorenzo

In questi giorni da più parti si ci lamenta per il nuovo conto energia, ma rileggendolo e guardando anche numerosi blog ci siamo resi conto che avevamo fatto un errore a considerare la tariffa premio autoconsumo opzionale alla tariffa omnicomprensiva.
Infatti andando a rileggere il testo del quinto conto energia all'art. 5 comma 1, si dice “Sulla quota di energia autoconsumata è attribuita, inoltre, una tariffa premio, individuata nel medesimo Allegato 5”, e andando a vedere il dizionario Treccani (http://www.treccani.it/vocabolario/inoltre/) al significato inoltre dà : In più, per di più, in aggiunta al già detto o al già fatto, quindi dopo aver ribadito che la tariffa omnicomprensiva si applica a tutti gli impianti, per la quota di energia autoconsumata si ha un premio.

Se così fosse questo nuovo conto energia migliora il quarto e premia i piccoli impianti;

Facciamo un esempio:

impianto su edificio da 3 kW nel secondo semestre V conto energia, con 30% di autoconsumo:

1250x0,7x0,237x 3=207 x 3 = 889 euro (tariffa omnicomprensiva)

1250x0,3x0,155x 3= 58x 3= 174 euro (tariffa premio autoconsumo )

1250x0,3x0,2x 3= x 3= 225 euro (risparmio sull'autoconsumo)

tot 1288 euro.
Considerando un impianto Iva inclusa a 7000 euro , avremmo un ritorno inferiore a sei anni.

Però non riusciamo a capire come mai per il fotovoltaico con caratteristiche innovative non ci sia una tariffa premio autoconsumo, ma due tariffe , almeno così sembrerebbe dalla lettura della tabella.