Riqualificazione urbana in chiave smart

Versione stampabileInvia a un amico
Copertina Smart city Bari
di Petronilla Addeo

Oggi la riqualificazione urbana sembra essere uno dei temi centrali dei programmi amministrativi e della pratica urbanistica. Il tutto si riconduce al problema del “conferimento di nuove funzioni” – quindi, della “riqualificazione”- di intere parti di città; l’organismo urbano ha bisogno di essere aggiornato alle nuove esigenze di una città che ha mutato il proprio modo di produrre di lavorare e di impiegare il tempo libero, che vede nuovi attori socio-economici e nuovi motori di trasformazione. La riqualificazione urbana, dunque, nel rifunzionalizzare spazi dismessi, nel coinvolgere nuovi attori sociali e nuove dinamiche produttive, nel sostenere la competitività di una comunità locale nel sistema globale, ha anche la necessità di utilizzare al meglio le risorse economiche, finanziarie ed ambientali. Il peso assunto dalle variabili ambientali all’interno delle discipline urbanistiche e territoriali fa si che l’attenzione a questi aspetti risulti parte fondamentale di un progetto urbano.

In questo contesto emergono le “smart grids” letteralmente “reti intelligenti”; questo termine intende una rete in grado di integrare sapientemente le azioni di tutti gli utenti connessi – produttori, consumatori, prosumers – al fine di distribuire energia in modo efficiente, sostenibile, economicamente vantaggioso e sicuro. Le smart grid utilizzano prodotti e servizi innovativi assieme a tecnologie intelligenti di monitoraggio, controllo, comunicazione, self-heating al fine di: Facilitare la connessione e l’operatività di generatori elettrici eterogenei di qualunque dimensione e tecnologia; Fornire ai consumatori strumenti per contribuire ad ottimizzare il funzionamento del sistema globale; Dare ai consumatori maggiori informazioni e poteri di scelta; Aumentare il grado di affidabilità. È chiaro che questa nuova modalità di trasporto dell’energia fornisce insieme agli strumenti classici dell’urbanistica cosiddetta eco-sostenibile un nuovo punto di partenza per pensare la riqualificazione urbana; l’aumento di competitività; il conferimento di nuove funzioni; la correzione di sprechi e squilibri e la dotazione di qualità.

Le Smart Grids sono intese quasi esclusivamente come reti elettriche intelligenti; questo perché la loro, più o meno facile, capacità di essere informatizzate, le rende oggetto di studio e quindi di diverse sperimentazioni. Ciò che invece si dovrebbe cogliere di una “Smart Grid” è la visione ampia e generale che permettono di avere, soprattutto a livello urbano. Secondo questa visione, una città che voglia definirsi “Smart” non può far leva sulla sola rete elettrica per quanto fondamentale possa essere il suo contributo, ma deve far leva su tutti gli aspetti che le diverse “grids” opportunamente concepite permettono di sviluppare. In questo ambito può benissimo rientrare la rete stradale per esempio, non a caso si parla di “Smart Mobility”, o la rete di distribuzione dell’acqua, così come può rientrarvi sicuramente la rete di distribuzione del gas e quindi di riscaldamento.

Questo è quanto sostenuto nel volume "Smart city Bari. Ipotesi di riqualificazione urbana attraverso la realizzazione di una rete di teleriscaldamento" che mostra come la riqualificazione di un quartiere (S. Paolo di Bari) possa prendere vita dalla realizzazione di una rete tecnologica di servizi (teleriscaldamento). Il lavoro, frutto di un progetto di ricerca, definisce, con riferimento al caso studio, dapprima il quadro programmatico di base; presenta poi l’analisi territoriale in termini di sistema insediativo, ambientale ed infrastrutturale; ed infine, descrive la proposta di riqualificazione urbana.
L’impianto dell’ipotesi progettuale è basato su una rete di teleriscaldamento connessa ad una centrale di cogenerazione, mediante la cui realizzazione è possibile (con virtuose azioni di amministrazione pubblica) implementare interventi di miglioramento delle sedi urbane, inclusi i vuoti, e favorire l’iniziativa privata per la riqualificazione energetica degli edifici esistenti.