Progetto ENERGY@HOME, verso la domotica integrata

Versione stampabileInvia a un amico
Energy@home
di Nicoletta Gentile

Energy@home è un progetto congiunto di Enel, Electrolux, Indesit Company e telecom Italia, autofinanziato dai partners, che si propone di sviluppare una infrastruttura di comunicazione che permetta a creazione di una Home Area network (HAn) sulla quale offrire diversi servizi a valore aggiunto, con particolare attenzione al risparmio energetico.

L’obiettivo è consentire la collaborazione tra i principali dispositivi residenziali coinvolti nel processo di gestione dell’energia elettrica: Smart Meter, elettrodomestici intelligenti, prese smart, piccoli impianti di produzione elettrica e gateway residenziale al fine di permettere l’autogestione e l’autoregolazione dei consumi domestici, consentendo al contempo, tramite il contatore intelligente, l’integrazione con la Smart Grid. Ultimo elemento del sistema è l’interfaccia utente, costituita da qualsiasi device (ad esempio smartphone, tablet, in-home display) utile alla gestione e controllo dei comportamenti energetici domestici.

Il progetto, avviato nel 2009, ha portato alla definizione di una architettura di riferimento e di diversi scenari di utilizzo nel corso del 2010. In particolare gli scenari identificati toccano quattro aspetti:
• consapevolezza energetica, ovvero come aumentare la conoscenza e comprensione dei consumi domestici (e dei relativi costi) fornendo agli utenti dati relativi ai consumi correnti e passati;
• controllo dei sovraccarichi e stand-by, ovvero la possibilità di notificare all’utente il superamento della potenza massima impegnabile e il distacco automatico di alcuni carichi (gestito direttamente dall’elettrodomestico intelligente o tramite smart plug);
• pianificazione dei cicli di funzionamento e contenimento dei costi, ovvero la riduzione dei costi in caso di tariffe multi orarie tramite una gestione automatizzata dei diversi elettrodomestici, resi in grado di “decidere” autonomamente in quale arco di tempo funzionare (sulla base di preferenze indicate dall’utente), ritardando ad esempio l’avvio;
• demand response, ovvero l’integrazione tra l’ambiente domestico e la Smart Grid, tramite il monitoraggio in tempo reale della domanda e richiesta di energia funzionale alla definizione di prezzi dinamici in base ai picchi di consumo.
Per garantire i suddetti scenari di utilizzo e l’interoperabilità dei sistemi, il progetto ha proposto un protocollo di comunicazione aperto che integrerà il profilo Home Automation di Zibee. In tal senso ad ottobre 2011 è stata lanciata una collaborazione tra Energy@home e zigBee® Alliance per la creazione di una piattaforma residenziale di servizi energetici a valore aggiunto che metta a fattor comune quattro standard zigbee: zigBee Home Automation™, zigBee Smart Energy™, zigBee telecom Services™ and zigBee Gateway™.

fonte: PR Newswire