L'ENEA illustra le potenzialità delle micro-grid allo Smart Grid International Forum

Versione stampabileInvia a un amico
Smart Grid

La Road Map per realizzare Smart Cities nel nostro Paese passa perl’integrazione di diverse tecnologie ICT, con smart grid in grado di mettere in rete edifici intelligenti, mobilità sostenibile, servizi, agenda digitale, ecc.

In questo ambito, le microgrid svolgono un ruolo strategico e l’ENEA ne presenta le potenzialità a Smart Grid International Forum, manifestazione dedicata alle attività e agli sviluppi delle reti intelligenti sul mercato nazionale ed internazionale, organizzata da Gruppo Italia Energia. Il tema della manifestazione “Dalla Rete alla Casa Intelligente” permette ad istituzioni e operatori del settore di approfondire il modello di rete intelligente per la trasmissione e distribuzione di energia elettrica con modalità interattive, con un ridotto impatto ambientale, integrato con le fonti di energia rinnovabile, in grado di dialogare con gli auto-produttori di energia. Il processo di transizione verso questo nuovo modello energetico comporta la definizione e la relativa integrazione di aspetti tecnici, ambientali, normativi ed economici, che riguardano le fonti per la produzione di energia, le reti di distribuzione, l’accumulo energetico, nonché i sistemi di controllo basati su reti di sensori per il monitoraggio in tempo reale dei consumi di luce, gas e acqua, gestibili direttamente all’interno delle case intelligenti. Le micro reti energetiche possono intendersi come aggregazione di unità di consumo ed unità di generazione (non solo elettrica), interconnesse in un’entità unica e controllabile (smart) verso le reti di distribuzione, idonee ad erogare servizi avanzati agli utenti.

Smart Grid International Forum, giunto ormai alla terza edizione, si ponel’obiettivo di individuare ed integrare il sistema delle reti intelligenti nel contesto urbano mediante l’implementazione di soluzioni tecnologiche innovative (hardware e software) alle infrastrutture di rete esistenti ai vari livelli della catena, al fine di ottenere sistemi più efficienti.

Per l’ENEA hanno partecipato l’ing. Tullio Fanelli, moderatore della sessione “Smart efficiency building” e l’ing. Giorgio Graditi, membro del Comitato Tecnico Scientifico della conferenza e moderatore della sessione “Microgrid: la gestione delle risorse in un sistema autonomo”, che evidenzia l’esigenza e lemodalità di coinvolgimento di cittadini e istituzioni  per la creazione dellesmart city. Le smart grid sono per l’ENEA uno degli elementi portanti nel processo di transizione verso la Green Economy e la decarbonizzazione del sistema energetico. Pertanto, l’ENEA, che è impegnata in attività di ricerca e sviluppo nei settori delle smart grid e delle smart city a livello nazionale ed europeo, ha dato il suo patrocinio alla manifestazione.

fonte: ENEA