La building automation non invasiva per il comfort e il risparmio energetico

Versione stampabileInvia a un amico
copertina18
di Arcangelo Bimbo

Gli edifici, ancora prima di essere delle “macchine” ad alta efficienza energetica, sono spazi che devono garantire agli occupanti le migliori condizioni di benessere per lo svolgimento delle attività per cui sono stati progettati. Non sono gli edifici a consumare energia, ma gli utenti.
Da un lato la mancanza di benessere si traduce inevitabilmente in un uso scorretto dell’energia. Dall’altro è necessario dotare gli utenti di strumenti per controllare le proprie abitudini nell’uso dell’energia.
Ecco perché acquista sempre più valore la domotica, un settore già presente da anni sul mercato. Gli aspetti innovativi della building automation su cui si sta lavorando sono:
• Facilità di installazione negli edifici esistenti riducendo al minimo le opere edili necessarie per minimizzare i costi.
•Possibilità per l’utente di monitorare contestualmente il comfort ambientale interno e i consumi energetici, indipendentemente dalla fonte primaria utilizzata (elettricità, gas, etc..).


Un tipico sistema domotico è composto da:
•(i) sensori di misurazione dei consumi energetici (contatori gas, contatori consumi elettrici, etc);
•(Tij, RHij) sensori interni di misura temperatura aria e umidità relativa;
•(Te, RHe) sensori esterni per misura di temperatura e umidità relativa;
•(ii) modulo di interfaccia televisione;
•(iii) webserver per la gestione sistema, acquisizione e memorizzazione dati;
•(iv) interfaccia internet per controllo in remoto del sistema;
•(v) attuatori.

I principali protocolli di trasmissione dati sono PLC e/o wireless.
È necessario contestualizzare i sistemi di building automation al panorama edilizio italiano:
•Il sistema deve poter essere inserito negli edifici con ridottissime se non nulle opere murarie ed impiantistiche per essere economicamente conveniente negli edifici esistenti.
•Il monitoraggio dei consumi energetici e la determinazione delle condizioni di comfort adattativo deve consentire all’utente di verificare il proprio profilo energetico in rapporto alla qualità di vita.
•Il sistema deve essere un valido supporto per il controllo degli investimenti di miglioramento delle prestazioni energetiche degli edifici (ESCO).

In particolare, la gestione dell'energia in un edificio attraverso un sistema domotico deve realizzare lo schema seguente.


La guida Dailye "Progettare un sistema domotico" descrive i passi consigliati da seguire nella progettazione di un sistema domotico, avente carattere del tutto generale.

Se sei già iscritto alla newsletter o ti iscrivi ora, puoi richiedere gratuitamente la guida inviando una e-mail a info@enmoveme.com con oggetto "guida 18/2013"
 

Commenti

Download Unlimited Movies

It's an free app for best ever movies downloading experience. Download cinemabox app which is compatible with all your devices and get quality entertainment.
cinemabox app download