Scozia l'Arabia Saudita dell' energia rinnovabile

Versione stampabileInvia a un amico
Di Petronilla Addeo

La Scozia ha il più grande programma di pilotaggio del mondo per produrre energia commerciale dall'oceano: i mari del nord della Scozia sono un formidabile terreno di sperimentazione, che potrebbe essere il luogo di nascita di una rivoluzionaria energia pulita.Nel marzo del 2010, il Regno Unito ha aggiudicato contratti di locazione per costruire centrali elettriche dalle onde e dalle maree al largo delle isole Orcadi e nelle Pentland Firth, uno stretto canale tra la costa settentrionale Orcadi e della Scozia.In totale, queste centrali produranno fino a 1.2 GW di energia pulita, 600 MW ciascuna sia dalle onde e che dalle maree, che potrebbero dare la potenza necessaria ad alimentare varie città per un numero di 750.000 case a partire dal dal 2015.Agli ordini di E.ON, Scottish and Southern Energy, Power e Scottish energie rinnovabili, sono diventati i luoghi in via di sviluppo in collaborazione con cinque aziende in campo marino, Aquamarine Power, Hammer-fest Strom, Marine Current Turbine, OpenHydro e Pelamis Wave Power.Pelamis e Aquamarine Power col loro "serpente di mare" e "Oyster" dispositivi di potenza di onda, rispettivamente, mentre le altre tre imprese utilizzano turbine sottomarine per sfruttare le maree.L'Oyster è una grossa costruzione che si muove avanti e indietro con le onde, pompa acqua attraverso i tubi di una turbina e generatore a terra. Nel frattempo, i 150 metri di lunghezza in mare di Pelamis l'anaconda cavalca le onde, il movimento spingendo pistoni idraulici all'interno del tubo in un generatore che pressurizza l'olio per azionare una turbina.Il dispositivo OpenHydro è imbullonato al fondo del mare e si presenta come un motore a reazione mentre la macchina SeaGen Marine Current Turbines dispone di due eliche sott'acqua attaccato ad una lunga colonna ancorata al fondo marino. Hammer-fest HS1000 Strom ha l'aspetto di una turbina a vento tipico a tre pale, ma sott'acqua.Sonno tutti in competizione per i 10 milioni di sterline (15 milioni di dollari) di Premio per l'energia marina messa dal governo scozzese e un ulteriore finanziamento da parte del governo britannico.Il moto ondoso dell'Oceano Atlantico offre delle onde potenti in Europa, mentre il Pentland Firth ha una delle più forti correnti di marea nel mondo, l'acqua che scorre veloce attraverso lo stretto è di quasi 30 km / h (19 mph).Le maree Pentland Firth potrebbero potenzialmente generare 80 GW di energia elettrica, più del consumo di tutto il Regno Unito. ed in Scozia, le onde potrebbero produrre dai 20GW ai 40GW, un potenziale è enorme.Il governo semi-autonomo scozzese ha fissato obiettivi clima più duro della sua controparte britannica, la Scozia vuole ridurre le emissioni di gas ad effetto serra del 42 per cento entro il 2020, con il 50 per cento di tutta l'elettricità consumata in Scozia proveniente da fonti rinnovabili.L'energia delle onde e delle maree potrebbe potenzialmente fornire un quarto della capacità di energie rinnovabili necessaria per raggiungere l'obiettivo del 50 per cento ... così come la creazione di migliaia di posti di lavoro.Ricordo che il protocollo di Kyoto richiede ai paesi aderenti di ridurre i gas ad effetto serra del 20% entro il 2020.La sfida più grande, in particolare per l'energia delle onde, è progettare macchine in grado di resistere a tempeste feroci. Supponendo che i dispositivi non si rompono, l'enigma successivo è come trasportare l'elettricità generata dalle Orcadi, scarsamente popolate, fino a dove è effettivamente necessaria.Nonostante il via libera dato dal governo, gli sviluppatori devono ancora ottenere i permessi di pianificazione locale e di effettuare valutazioni d'impatto, perché le obiezioni potrebbero venire da residenti, ambientalisti, o la pesca e le industrie del petrolio e del gas, se la navigazione è compromessa.Ci sono potenziali ostacoli chiaramente ma la Scozia vuole diventare l'Arabia Saudita dei mari. A differenza del petrolio e del gas le onde e le maree non sono solo pulite e affidabili, saranno liberi per sempre.Chissà se il Governo Italiano troverà il tempo di occuparsi delle emergenti fonti di energia rinnovabile dalle onde o dalle maree del mare e tralasciare definitivamente le centrali nucleari, come pure di occuparsi esclusivamente di leggi ad personam.