Energia rinnovabile per gli edifici scolastici: la riqualificazione è opera di Siram

Versione stampabileInvia a un amico
Sito Azienda: 
Pellet
di Felice Lucia

Il complesso scolastico del Comune di Podenzano (composto da 5 edifici), nell’ambito degli interventi di riqualificazione degli impianti termici, ha deciso d’installare una caldaia a pellet, con lo scopo di ottenere una riduzione di costo del servizio energia e una sensibile riduzione delle emissioni nocive per l’ambiente. L’opera è stata affidata alla Siram, che ha messo a disposizione le proprie conoscenze tecniche e professionali per la progettazione e realizzazione dell’intervento.

La soluzione di Siram
Siram ha previsto l’installazione di un nuovo generatore di calore alimentato a pellet, (potenza 300 kW) con sistema automatico di stoccaggio, trasporto e alimentazione, mantenendo 2 generatori a metano per integrazione. Inoltre è stato costruito un deposito per lo stoccaggio del pellet, con rivestimento esterno in pietra per ridurre l’impatto ambientale e realizzato un sistema di telecontrollo remoto al fine di monitorare costantemente i parimetri di funzionamento dell’impianto.

Vantaggi delle biomasse e del nuovo impianto
Il pellet è uno dei combustibili naturali più ricercati per le sue qualità standardizzate e l’elevato contenuto energetico. Si tratta di un prodotto generato dalla densificazione degli scarti della lavorazione del legno in forma di piccoli cilindri, mediante una pressatura meccanica, senza l’aggiunta di sostanze contaminanti dannose per la salute dell’uomo e dell’ambiente. Il pellet utilizzato per l’impianto è sottoposto a processi di certificazione che garantiscono sia la qualità del prodotto sia la sostenibilità del processo produttivo. La caldaia installata consente di minimizzare l’apporto di combustibile e di garantire un livello minimo di emissioni, in particolare delle polveri sottili.

I Risultati
Le previsioni di quasi totale copertura del fabbisogno termico tramite generazione a biomassa si sono rivelate affidabili. Il ricorso alla fonte gas metano perintegrazione rappresenta una quota minimale.
La realizzazione di questo impianto consente all'Amministrazione Comunale di Podenzano di raggiungere, con largo anticipo, gli obiettivi di riduzione delle emissioni climalteranti (Direttiva 2009/29/CE), con la riduzione di emissioni di gas serra del 20%, aumentando al 20% la quota di energia prodotta da fonti rinnovabili e portando al 20% il risparmio energetico: il tutto entro il 2020. Confrontando i consumi storici dell’intero complesso scolastico con i consumi annui attesi il progetto consentirà un risparmio annuo di circa 100tdi CO2, una contrazione dei gas climalteranti pari al 76%.

fonte: Siram