DM 6 Luglio 2012 (FER Elettriche): verifica della data di perfezionamento /conseguimento dei titoli autorizzativi

Versione stampabileInvia a un amico
rinnovabili 3

In riferimento alle procedure di iscrizione ai Registri e di partecipazione alle Aste (contingente 2014), considerata la numerosità dei casi in cui la data dichiarata di conseguimento del titolo autorizzativo si è rivelata prossima alla data di chiusura (10 giugno 2013), si invitano i Soggetti Responsabili a verificare la data di effettivo perfezionamento/conseguimento del titolo sulla base di quanto previsto dalla normativa nazionale e regionale vigente.

Si rappresenta che, per esempio, è previsto il perfezionamento/conseguimento di DIA/PAS o SCIA, rispettivamente decorsi 30 o 60 giorni dal ricevimento dell’istanza da parte dell’Amministrazione locale competente, al netto di eventuali dinieghi espressi o di provvedimenti di sospensione e/o integrazione.

Al riguardo, al fine di non incorrere nella decadenza dal diritto all’eventuale ammissione in graduatoria e/o agli incentivi, per effetto dell’esito negativo della istruttoria di valutazione del GSE e/o delle verifiche da effettuarsi anche a campione, è riconosciuta al Soggetto Responsabile la facoltà di rinunciare alla richiesta di iscrizione al Registro o alla domanda di partecipazione alle Aste prima della pubblicazione delle graduatorie, ad oggi ancora in corso di formazione, laddove la data di perfezionamento/conseguimento del titolo sia successiva alla data dichiarata in fase di iscrizione al Registro e di partecipazione alle Aste.
Nell’ipotesi di Denuncia di Inizio Attività (DIA) o di Procedura Abilitativa Semplificata (PAS), il titolo abilitativo si intende conseguito decorsi 30 giorni dalla data di presentazione della relativa documentazione all’Ente comunale competente, senza che siano intervenuti espliciti dinieghi e senza che si siano verificate cause di sospensione di detto termine, quali la necessità di acquisire, anche mediante convocazione di Conferenza di servizi, atti di amministrazioni diverse e di attivare il potere sostitutivo (art. 23 D.P.R. 380/2001 e art. 6, comma 5, D.Lgs. 28/2011).
Nel caso di una pluralità di titoli autorizzativi/abilitativi conseguiti per il medesimo impianto in date diverse, ai fini della formazione della graduatoria, è tenuto in considerazione il titolo autorizzativo/abilitativo più recente.
Ai fini dell’applicazione del criterio di anteriorità del titolo autorizzativo, si considera la data di rilascio dell’autorizzazione o, in caso di modifiche sostanziali, la data delle autorizzazioni in variante.
Nel caso in cui la domanda di partecipazione alla Procedura d’Asta sia presentata avvalendosi di titolo concessorio (impianti idroelettrici, geotermoelettrici ed eolici off‐shore), sarà tenuta in considerazione la data di rilascio della Concessione o dell’eventuale subconcessione, ovvero se oggetto di rinnovo, la data del relativo provvedimento.
Nel caso in cui la domanda di partecipazione alla Procedura d’Asta sia presentata avvalendosi di giudizio positivo di compatibilità ambientale, sarà tenuta in considerazione la data di rilascio della Valutazione di Impatto Ambientale o del giudizio di compatibilità ambientale da parte del Comitato Tecnico Regionale.