Qualifica degli impianti di cogenerazione abbinati al teleriscaldamento

Versione stampabileInvia a un amico
cogeneratore
di Carmine Lorenzo

Con la L. 239/2004 anche gli impianti di cogenerazione abbinati al teleriscaldamento (CHP‐TLR) hanno avuto la possibilità di accedere, a determinate condizioni, al rilascio dei Certificati Verdi (denominati in questo caso CV‐TLR).
Un impianto di cogenerazione abbinato al teleriscaldamento è un impianto di produzione combinata di energia elettrica e calore, costituito da una o più sezioni funzionanti in cogenerazione, associato a una rete di teleriscaldamento per il trasporto e la distribuzione del calore alle utenze per utilizzazioni esclusivamente di tipo civile, quali la climatizzazione, il riscaldamento, il raffrescamento e il condizionamento di ambienti a destinazione residenziale, commerciale, industriale e agricola.
Gli impianti CHP‐TLR che possono essere qualificati sono quelli entrati in esercizio in data successiva alla data di entrata in vigore della L. 239/2004 e soddisfacenti le condizioni individuate dall’art. 14 del D.Lgs. 20/2007, aggiornate dall’art. 30, comma 12 della Legge 23/07/2009, n. 99. Ai sensi della Legge 03/08/2009, n. 102, inoltre, possono ottenere i CV‐TLR anche gli impianti di cogenerazione abbinata al teleriscaldamento connessi ad ambienti agricoli.
Al 31 dicembre 2012 risultano qualificati 103 impianti CHP‐TLR, a cui corrisponde una potenza di 2.468 MW.