Quadro normativo e scenari attesi al 2020 per l'energia in Italia

Versione stampabileInvia a un amico
Rinnovabili 2020
di Felice Lucia

L’Italia risulta tra i paesi europei più dipendenti dall’estero per l’approvvigionamento energetico, con una quota di importazioni che supera l’80% del fabbisogno nazionale. Data l’assenza del nucleare, il percorso possibile verso la decarbonizzazione dell’economia passa attraverso tre strade: (i) efficienza energetica; (ii) uso sempre maggiore dell’elettricità nell’industria, nei trasporti e nel termico; (iii) impiego crescente delle fonti rinnovabili nella generazione elettrica. Attualmente, il mix energetico dell’Italia è dominato dai combustibili fossili: petrolio e gas naturale coprono insieme quasi l’80% del consumo finale di energia, mentre la quota di rinnovabili è salita all’11,5% nel 2011 (dal 5,5% nel 2006). Con riferimento al mix elettrico, il combustibile principale è il gas, che genera oltre la metà dell’elettricità totale prodotta, mentre le rinnovabili si collocano al secondo posto, con l’idroelettrico che ne rappresenta i due terzi. Il risultato di questa combinazione energetica sono prezzi dell’energia mediamente superiori ai concorrenti europei.

Il nuovo decennio si è aperto però con dinamiche che anticipano una fase di cambiamento: la crescita delle fonti rinnovabili intermittenti (fotovoltaico ed eolico); il termoelettrico, invece, è risultato in diminuzione, a seguito delle sfavorevoli condizioni di mercato e a dismissioni di vecchi impianti, solo in minima parte compensate dalle nuove entrate in esercizio.

L’evoluzione del mix produttivo nei prossimi anni sarà strettamente condizionata alle politiche e agli obiettivi comunitari e nazionali in materia di energia e cambiamenti climatici; le principali direzioni di sviluppo, tuttavia, sono state in parte già definite nel Piano di Azione Nazionale per le energie rinnovabili (PAN) del 2010 e nella Strategia Energetica Nazionale (SEN) del marzo 2013. Quest’ultima, in realtà, è al momento solo un documento di indirizzo delle principali scelte strategiche del paese, ma è priva di un sostegno normativo per la sua attuazione. In particolare, nella SEN vengono annunciati obiettivi al 2020 che superano quelli originari della PAN, ossia:

- forte impulso all’efficienza energetica, tramite normative su standard di apparecchiature ed edifici e revisione degli incentivi, che assorbirà una parte importante dell’atteso aumento del consumo interno lordo, consentendo un risparmio energetico del 24% rispetto al 2009 (20% nel PAN);

- quota delle FER sui consumi finali lordi di energia al 19-20% (17% nel PAN);

- quota delle FER sui consumi finali lordi di elettricità al 35-38% (26% nel PAN).

Le stime REF-E sulle tendenze evolutive nel settore elettrico e il relativo mix energetico segnalano che il raggiungimento degli obiettivi 2020 è possibile. Nel breve-medio periodo (2014-2020), infatti, lo scenario REF-E sconta un aumento della capacità elettrica di quasi il 3,5% rispetto al 2013; la quota di fonti fossili è attesa ridursi ancora, a seguito di una sostanziale assenza di nuovi investimenti e alla progressiva dismissione di vecchi impianti; al contrario, le fonti rinnovabili sono attese in crescita (+37% circa per le fonti diverse dall’idroelettrico e +46% per il geotermico). Più incerte appaiono invece le direzioni di sviluppo nel lungo periodo (2035), in quanto condizionate a due ipotesi divergenti rispetto agli obiettivi della Tabella di marcia al 2050: il raggiungimento al 100% dei target ovvero il mantenimento della rotta 2020, che implica ancora un’importante dipendenza dalle fonti fossili nel sistema. Nel primo caso, le rinnovabili rappresenterebbero circa il 76% del parco elettrico installato in Italia; nel secondo la quota scenderebbe intorno al 58%.

fonte: UniCredit, "Rapporto infrastrutture", dicembre 2013

Commenti

replica handbags

Christian ouis vuitton replica absolutely are a little something that every aloof changeable is cerebration about for that acumen which they are replica handbags admirable looking, sustain up great, and will go appropriately with just about any accouterments that you just could possibly own.Dior handbags are the accoutrements that accept fashion, elegance, appearance and mulberry replica handbags composure all in one.If all of you accept admirable accoutrements you can go out for the city-limits searching admirable together!