L'autorizzazione d'impianti geotermoelettrici nelle diverse regioni d'Italia

Versione stampabileInvia a un amico
Geotermico Orizzontale Settimo Rottaro (TO)
di Dario Rossi

Per gli impianti geotermoelettrici sono otto i casi di Regioni che sono intervenute per disciplinare il regime dell’Autorizzazione Unica in modo diverso dai riferimenti normativi nazionali.
Sono quindi sei le Regioni che hanno esercitato in modo parziale le possibilità d’intervento previste dal D.Lgs. n.28/2011, ed hanno, in modo più o meno rilevante, esteso l’applicazione dei regimi autorizzativi semplificati per gli impianti geotermoelettrici.
Con riguardo alla sola introduzione di soglie per la PAS, in sei casi si è adottata in modo generalizzato la soglia di 1 MW, per gli impianti geotermoelettrici, soglia di potenza oltre alla quale è necessario attivare il procedimento autorizzativo unico. Nella Sicilia l’introduzione della soglia a 1 MW di potenza è invece prevista solo per impianti in aree agricole, cave, impianti di smaltimento e produzione di energia da fonti convenzionali, con esclusione dei siti che ricadono in aree protette, sottoposte a tutela ai sensi del D.Lgs. n.42/2004 o in aree appartenenti a più comuni. A questo si aggiunge il caso della Sardegna, dove è previsto il regime di PAS anche per gli impianti geotermoelettrici fino alla potenza di 200 kW, se realizzati all’interno di aziende agricole con i criteri previsti dall’art. 12 della LR n.15/2010.
Per il caso della Provincia autonoma di Bolzano, in cui non è applicabile il DM 10 settembre 2010, il DPP n.52 28/09/2007 e s.m.i. (art. 1, c. 1 e 2; e art. 3) prevede che gli impianti geotermoelettrici possono essere autorizzati indipendentemente dalla destinazione urbanistica dell’area.
La facoltà di estendere in modo generalizzato il regime della Comunicazione fino alla potenza di 50 kW per gli impianti geotermoelettrici è stata utilizzata da quattro Regioni (Lazio, Basilicata, Calabria e Sicilia). Nella Regione autonoma del Friuli Venezia Giulia in base alla LR n.19/2009, art. 16, c. 1, let. m bis sono sottoposti al regime della Comunicazione impianti di produzione di energia elettrica o termica da fonti rinnovabili (in cui sono compresi anche quelli geotermici) realizzati su edifici o aree di pertinenza degli stessi all'interno delle zone destinate ad attività produttive o commerciali previste dagli strumenti urbanistici comunali.
I casi di Regioni che hanno conferito parzialmente l’esercizio del procedimento unico alle Province, per gli impianti geotermoelettrici, sono tre: in due (Friuli Venezia Giulia e Emilia-Romagna) c’è un criterio unico di ripartizione della competenza per tutte le fonti; mentre in Toscana la Regione è competente per gli impianti geotermoelettrici che utilizzano la risorsa concessa sotto il regime minerario, mentre le Province sono invece competenti per l’Autorizzazione Unica di quelli che utilizzano la risorsa concessa sotto il regime delle piccole utilizzazioni locali.

REGIONE

Leggi e atti regionali

Autorità competenti AU

Soglie e tipologie

di impianti soggetti a AU

Soglie e tipologie

di impianti soggetti a PAS

Soglie e tipologie di impianti soggetti a Comunicazione

Piemonte

LR 7/10/2002n.23, LR n.40 14/12/1998 e s.m.i. (art.12 e 13), e DGR n.5-3314 30/1/2012 (punto 8)

Regione

Di qualsiasi potenza

-

0-200 kW (*)

Valle d'Aosta

LR n.26 01/08/2012

(art. 40, c. 2 e 4 )104

Regione

> 1 MW

< 1MW 105

0-200 kW (*)

Lombardia

DGR n.IX/3928 18 04 2012

(Allegato 2.4)

Provincia

Di qualsiasi potenza

0-200 kW (*)

Bolzano

DPP n.52 28/09/2007 e s.m.i. (art. 1, c. 2; e art. 3)

Provincia Autonoma

-

-

-

Trento

LP n.26 del 04/10/2012 (art. 22)

Provincia Autonoma

-

-

-

Veneto

LR n.11 del 13/4/2001

(art. 42, c. 2 bis)

Regione

Di qualsiasi potenza

-

0-200 kW (*)

Friuli Venezia Giulia

LR n.19 11/10/2012

(art. 3, 12, 16 c.2 e c.4)

Regione > 20 MW o 35 MWt

Provincia < 20 MW o 35 MWt

> 1 MW

< 1MW

0-200 kW (*)

LR n.19 11/11/2009 (art. 16 c. 1, let. m bis )

Liguria

LR n.16 6/6/2008 e s.m.i.

( art. 21 ter, 29), e LR n.10 5/4/2012 (art. 7 bis)

Provincia

Di qualsiasi potenza

-

0-200 kW (*)

Emilia Romagna

LR n.26 23/12/2004 e s.m.i. (art 2 e 3)

Provincia < 50 MW

Regione > 50 MW

Di qualsiasi potenza

-

0-200 kW (*)

Toscana

LR n.39 24/2/2005 e s.m.i

(art. 3, 3 bis, 3 ter, 13, 14, 15 e 17)

Regione > 2 MWt o > 400 m.

Province < 2 MWt e < 400 m.

Di qualsiasi potenza

-

0-200 kW (*)

Umbria

R.R n.7 29/7/2011

Province

Di qualsiasi potenza

-

0-200 kW (*)

Marche

LR 17/5/1999 n.10 e s.m.i.

(art. 23)

Regione

Di qualsiasi potenza

-

0-200 kW (*)

Lazio

LR n.16 16/12/2011

(art. 3, c.1 e c.4)

Province

> 1 MW

50 kW – 1MW

0-50 kW

0-200 kW (*)

Abruzzo

DGR n.294 02/05/2011

Regione

> 1 MW

< 1MW

0-200 kW (*)

Molise

DGR n.621 4/8/2011

Regione

Di qualsiasi potenza

-

0-200 kW (*)

Campania

-

Regione

Di qualsiasi potenza

-

0-200 kW (*)

Puglia

-

Regione

Di qualsiasi potenza

-

0-200 kW (*)

Basilicata

LR n.8 26/04/2012

e s.m.i. (art. 4, e 7)

Regione

> 1 MW

50 kW – 1MW

0-50 kW

0-200 kW (*)

Calabria

DGR n.81 13/03/2012

Regione

> 1 MW

< 1MW

0-200 kW (*)

Sicilia

Decreto Presidenziale n.48 18/07/2012(art. 3106 c. 1 e 3)

Regione

> 1 MW

50 kW – 1MW

0-50 kW

0-200 kW (*)

Sardegna

DGR n.27/16 1/6/2011,

LR n.15 17/11/2010 (art. 12)

Regione

Di qualsiasi potenza

> 200 kW107

< 200 kW

0-200 kW (*)

(*) Se realizzati in edifici esistenti.

** Nella tabella sono evidenziate in neretto le Regioni che hanno effettuato interventi normativi ad hoc per gli impianti geotermoelettrici in difformità dalle indicazioni ordinarie del DM 10 settembre 2010 “Linee Guida”.

 

Per approfondimenti sul tema, consultare la Guida Dailye 12/2013 "Autorizzazioni per gli impianti alimentati da fonti rinnovabili".