Gestione rifiuti, rinnovo delle autorizzazioni alle imprese in possesso di certificazione ambientale

Versione stampabileInvia a un amico
materie_lavorate.jpg
di Enzo De Lucia

Tutte le imprese che effettuano la gestione dei rifiuti con autorizzazione ai sensi dell'art. 208 del D.Lgs.152/06 devono rinnovare ogni 10 anni il titolo autorizzativo presentando apposita domanda all'Ente competente per territorio almeno centottanta giorni prima della scadenza dell'autorizzazione (art. 208 comma 12).

L'attività può essere proseguita fino alla decisione espressa, previa estensione delle garanzie finanziarie prestate (art. 208 comma 12). 

Le imprese che effettuano la gestione dei rifiuti con autorizzazione ai sensi dell'art. 208 del D.Lgs.152/06, in possesso di certificazione ambientale EMAS o Uni En Iso 14001, possono sostituire tali autorizzazioni con autocertificazione resa alle autorità competenti, ai sensi del DPR 445/2000 (art. 209 comma 1).

L'autocertificazione deve essere accompagnata da una copia conforme del certificato di registrazione, nonché da una denuncia di prosecuzione delle attività, attestante la conformità dell'impresa, dei mezzi e degli impianti alle prescrizioni legislative e regolamentari, con allegata una certificazione dell'esperimento di prove a ciò destinate, ove previste (art. 209 comma 2).

L'autocertificazione e i relativi documenti mantengono l'efficacia sostitutiva di cui al comma 3 fino ad un periodo massimo di centottanta giorni successivi alla data di comunicazione all'interessato della decadenza, a qualsiasi titolo avvenuta, della registrazione al sistema di gestione ambientale (art. 209 comma 4).