Certificati Bianchi: Indicazioni per la gestione del procedimento amministrativo

Versione stampabileInvia a un amico
certificati bianchi
di Nicoletta Gentile

I Proponenti, ai fini dell’accesso al meccanismo dei Certificati Bianchi per il riconoscimento dei TEE, presentano apposita richiesta al GSE tramite il Portale avviando il Procedimento Amministrativo che ha le seguenti fasi :

L’Avvio del Procedimento amministrativo si intende perfezionato al momento del caricamento della “lettera di conferma” generata automaticamente dall’applicativo informatico e debitamente sottoscritta dal legale rappresentante. Si specifica che, dal momento di avvio del procedimento amministrativo, il soggetto titolare del progetto si assume tutte le responsabilità relative alla veridicità dei dati forniti e alla conformità del progetto alla normativa. A tal fine, il GSE richiede che il soggetto titolare del progetto fornisca, tra gli allegati da trasmettere insieme alla lettera di conferma, copia della “c.d. liberatoria” sottoscritta dal cliente partecipante, il quale, ai sensi dell’art. 47 D.P.R. 28 dicembre 2000, n.445, dichiari di (i) di essere proprietario o titolare di un diritto reale di godimento sull’edificio, impianto, sito industriale ecc. presso cui è stato realizzato il progetto (ii) di essere a conoscenza che il soggetto titolare del progetto ha presentato richiesta di accesso al meccanismo dei Certificati Bianchi (iii) di non beneficiare di altri incentivi statali riconosciuti sul medesimo progetto e, in ogni caso, di impegnarsi a non far richiesta di accesso a forme di incentivazione statali non cumulabili con il meccanismo dei Certificati Bianchi, ai sensi dell’art. 10 D.M. 28 dicembre 2012 (iv) di garantire al GSE, ai suoi delegati e alle autorità preposte, in ogni momento, il libero accesso agli edifici, impianti, siti industriali etc. presso cui è realizzato l’intervento.

L’assenza della lettera di conferma non permette l’avvio del procedimento amministrativo. Qualora la lettera di conferma allegata non è conforme al template scaricabile a Portale la pratica sarà ritenuta irricevibile.

fonte: Davide Valenzano, "I Certificati Bianchi: stato dell'arte", GSE, Roma, 11 giugno 2014