“Per la distribuzione del gas facciamo una gara d’ambito”

Versione stampabileInvia a un amico
Distribuzione gas naturale

I primi cittadini di 14 Comuni dove attualmente la distribuzione di gas naturale e' gestita da Estra Reti Gas, societa' del gruppo Estra di cui Consiag detiene il 44%, si sono rivolti con una lettera al loro collega di Prato, il Sindaco Roberto Cenni, per chiedere di indire una gara d’ambito per la concessione del servizio di distribuzione. Per poter procedere con questa nuova modalita' i quattordici firmatari chiedono al primo cittadino Cenni di sospendere la gara gia' in atto per il solo Comune di Prato, “gara che, per come e' stata formulata, presenta problematicita' non indifferenti”.

I Comuni, e' scritto nella lettera inviata dal Sindaco di Scandicci Simone Gheri in rappresentanza degli altri enti locali, si sono riuniti e hanno deciso “di offrire al Comune di Prato, come Comune capoluogo della Provincia, il ruolo di stazione appaltante per la gestione della gara d’ambito per l’affidamento del servizio di distribuzione del gas naturale in forma associata”, e al tempo stesso “di chiedere al Comune di Prato di indire la gara d’ambito, sospendendo quella in atto per quel solo Comune”.

La richiesta viene in conseguenza del nuovo decreto del Ministero dello Sviluppo economico  per il “Regolamento per i criteri di gara e per la valutazione dell’offerta per l’affidamento del servizio della distribuzione del gas naturale”, (pubblicato in Gazzetta Ufficiale lo scorso 27 gennaio).

“La regola adesso prevede la gara d’ambito – commentano i primi cittadini che si rivolgono al collega pratese – ed e' un’occasione di nuova apertura ai criteri di concorrenzialita' che consentira', questa volta davvero, oltre alla riduzione delle tariffe, di ottimizzare la sicurezza delle reti e la qualita' del servizio a tutela dei cittadini”.

“Il bando relativo al solo Comune di Prato”, concludono i firmatari, “proprio perche' intervenuto prima di tali norme, non garantisce le stesse condizioni per i cittadini e l’amministrazione pubblica”.

I Comuni firmatari della lettera sono: Scandicci, Calenzano, Campi Bisenzio, Lastra a Signa, Montespertoli, Sesto Fiorentino, Signa, Agliana, Cantagallo, Carmignano, Montemurlo, Poggio a Caiano, Vaiano e Vernio.

fonte: http://www.consiag.it/