Solare. All'orizzonte in Arizona la prima Solar Tower

Versione stampabileInvia a un amico

Alta quasi mille metri, con una potenza di 200 mw
 

Prende corpo la possibilità di realizzare in Arizona una grande Solar Tower, in seguito all'accordo per l'acquisto dell'energia elettrica generata dall'avveniristico impianto progettato dalla australiana EnviroMission e che è stato approvato dalla California Public Power Authority (SCPPA). La Solar Tower prevede un approccio all'energia solare completamente diverso dalle ormai note tecnologie fotovoltaiche o termiche. Consiste infatti in un'altissima torre posizionata al centro di una vasta area ricoperta di collettori solari. Il meccanismo è semplice: grazie ai collettori, il sole riscalda l'aria in una sorta di "serra" alla base della torre, portandola a una temperatura di 70 gradi. Questa aria - che per una delle più note leggi fisiche tende naturalmente a salire - e viene incanalata nella torre, dove forma una sorta di vento caldo in grado di azionare 32 turbine da 6,5 MW l'una. La potenza totale dell'impianto sarà dunque di circa 200 MW: sufficienti per fornire elettricità a 100.000 abitazioni. A differenza degli impianti solari termodinamici, la Solar Tower non prevede l'uso di acqua: la sua localizzazione ideale sarà il deserto, dove sono abbondanti l'insolazione e gli spazi da destinare ai collettori e dove è anche possibile costruire più impianti limitrofi fino a potenze elevate. Un prototipo in scala ridotta (50 kW) è stato realizzato con successo a Manzanares in Spagna. Per i primi impianti a dimensioni naturali sono stati individuati siti idonei in Australia (ove la progettazione di un impianto da 200 MW è a buon punto) e, appunto, in Arizona. Secondo il progetto la torre avrà un'altezza di circa 1000 metri, diventando così la struttura più alta mai costruita dall'uomo: quasi 200 metri in più rispetto al Burj Khalifa di Dubai e oltre il doppio dell'Empire State Building.

Fonte: 

www3.lastampa.it