Mercato delle fonti rinnovabili in Turchia

Versione stampabileInvia a un amico
Turchia
di Felice Lucia

Il potenziale idroelettrico, eolico, geotermico e solare del paese pone la Turchia ai primi posti in Europa e nel Mondo.Il settore elettrico turco rappresenta uno dei mercati più attraenti in Europa per quanto riguarda le prospettive di crescita nei prossimi anni. Le privatizzazioni promettono notevoli opportunità d’investimento. I forti fabbisogni di tecnologie, di efficienza energetica e di competenze ambientali offrono condizioni molto favorevoli per le iniziative degli imprenditori italiani e stranieri.

Il mercato elettrico turco registra la crescita più elevata in Europa,nel periodo 2000-2011 i consumi elettrici sono aumentati a un tasso medio annuo composto superiore di un punto percentuale rispetto a quello del PIL :

Le proiezioni della domanda elettrica per il 2020 prevedono livelli di consumo di 400 – 435 Terawattore (TWh), secondo due differenti scenari di crescita.

Le FER nel 2011 hanno contribuito al 25,3% della generazione elettrica del Paese, superando la media dei 35 paesi OCSE (19,1%) e quella dei paesi OCSE europei (24,6%). Il settore privato ha rivestito una ruolo chiave nell’ampliamento della potenza elettrica (75% della nuova capacità installata tra il 2003 e il 2011). Il portafoglio pubblico nel comparto della generazione alla fine del 2011 contava una capacità di 24,2 GW.

Circa 7.900 MW (33% del totale), per lo più impianti idroelettrici di grandi dimensioni o strategici, sono destinati rimanere nel portafoglio della compagnia statale EÜAŞ. Il rimanente del portafoglio (16,2 MW, pari al 67% del totale) è invece destinato ad essere privatizzato (45 impianti tra termoelettrici e idroelettrici). La centrale a lignite di Seyitömer (600 MW) è stata la prima grande centrale ceduta nel 2012, per 2.248 milioni di $, congiuntamente alla omonima miniera di lignite attigua).

Lo sviluppo delle fonti rinnovabili domestiche prevede questa Roadmap al 2023:

• Idroelettrico: Completo sfruttamento del potenziale tecnico-economico utilizzabile nella generazione idroelettrica (circa 35 GW nel 2023).

• Eolico: installazione di una capacità di 10.000 MW entro il 2014 e di 20.000 MW entro il 2023.

• Geotermia: installazione di una capacità geotermoelettrica di almeno 300 MW entro il 2015 e Commissioning del potenziale geotermico nazionale tecnicamente valido per la generazione (600 MW), entro il 2023.

Biomasse e Biogas: sviluppo di una capacità di generazione di circa 300 MW entro il 2023

• Solare fotovoltaico: sviluppo di una potenza installata di 600 MW, nel 2013 e raggiungimento di 3.000 MW di capacità entro il 2023.

La nuova Legge n. 6094 del 29 Dicembre 2010 ha incrementato gli incentivi (rispetto alla precedente Legge n. 5346 del 10 Maggio 2005). Sono definite “Renewable Energy Resouces - RES ” la fonte eolica, solare, geotermica, biomassa, biogas (incluso gas di discarica), idrogeno, onde, correnti e maree e generatori idroelettrici connessi a canali o corsi d’acqua fluenti oppure a bacini con superficie idrica inferiore a 15 kmq (fino a un max. di 50 MW di potenza) o con meno di 100 milioni di mc d’acqua.Per accedere al meccanismo d’incentivazione è necessario ottenere il Certificato RES rilasciato dalla EPDK entro il 31 ottobre dell’anno precedente a quello di esercizio.

Gli impianti ammessi al meccanismo di sostegno sono annunciati dall’Autorità entro il 30 Novembre di ogni anno. Durata decennale degli incentivi, per impianti attivati tra maggio 2005 e dicembre 2015. Tariffe determinate in dollari (e non in euro, come nel 2005). Incentivi consentiti agli impianti ibridi, che impiegano anche fonti di energia non rinnovabili. Bonus aggiuntivi per un periodo limitato a cinque anni, a partire dalla messa in marcia degli impianti, per l’impiego di macchinari e componenti fabbricati in Turchia. Per accedere ai bonus aggiuntivi i titolari di licenza sono tenuti a presentare al Ministero dell'Energia e delle Risorse Naturali:

a) Certificato comprovante lo Stato di Fabbricazione Locale;

b) Certificato di Conformità con gli standard nazionali e internazionali.

Questo è un quadro esemplificativo delle tariffe per le varie fonti rinnovabili:

Il potenziale idroelettrico teorico lordo, giudicato pari all’1% di quello mondiale e al 15% di quello europeo, è stato valutato dal General Directorate of State Hydraulic Works (DSI) turco in circa 433 miliardi di kWh. Il potenziale economicamente utile è stimato vicino a 130 miliardi di kWh (in termini di capacità installabile circa 45.000 MW).

Il settore idroelettrico è stato finora il principale ricettore degli investimenti dedicati alle fonti rinnovabili. La generazione idroelettrica è all’incirca raddoppiata negli ultimi vent’anni, passando da 23.148 GWh, nel 1990, a 52.067 GWh nel 2011.

Tariffe feed-in previste per l’energia idroelettrica e bonus per contenuto locale delle attrezzature (centesimi di dollaro USA per kWh)

Tariffa Feed-in (decennale)                                7,3

Bonus per attrezzature prodotte localmente

(previsti per un massimo di cinque anni)Turbina                     1,3

Generatore e relativi congegni elettronici                        1,0

Incentivo massimo teorico                                9,6

 

Nel 2011 la Turchia risultava al 10° posto europeo per capacità eolica installata, davanti all’Irlanda.

Il peso relativo sul parco nazionale di generazione è più che triplicato in un triennio, salendo da meno dell’1% al 3,3%, nel 2011. Nel 2011 sono state rilasciate licenze per nuovi impianti e/o ampliamenti di capacità per 4.070 MW portando il totale della potenza autorizzata dall’autorità EPDK a circa 7.480 MW (209 licenze). TEIAS ha previsto interventi sulla rete che dovrebbero consentire allacci degli impianti fino a una capacità di 12,5 GW entro il 2015 e permettere il collegamento di 1 GW di capacità per ogni anno successivo, fino al 2023.Le migliori risorse eoliche della Turchia sono distribuite nelle aree occidentali, soprattutto sulle sponde del Mar di Marmara, tra Istanbul e il Mediterraneo, dove vive circa il 30% della popolazione.

Tariffe feed-in previste per l’energia eolica e bonus per contenuto locale delle attrezzature (centesimi di dollaro USA per kWh)

Tariffa Feed-in (decennale)                                 7,3

Bonus per attrezzature prodotte localmente

(previsti per un massimo di cinque anni) Pale                     0,8

Generatore e relativi congegni elettronici                        1,0

Torre turbina                                        0,6

Attrezzature meccaniche del rotore e della navicella                1,3

Incentivo massimo teorico                                11,0

 

La durata media annua di insolazione pari a 2.640 ore (7,2 ore al giorno), pari a circa il 30% del totale delle ore annue (8.670).La radiazione solare media di 1.311 kWh/mq all'anno (3,6 kWh/mq giorno) Ministero dell'Energia e delle Risorse Naturali stima il potenziale di energia in 300 Twh/anno.

Le domande di licenza degli impianti di generazione solare saranno accettate dalla EPDK esclusivamente tra i giorni 10-14 giugno 2013, per un un numero di centrali con una capacità cumulativa non superiore a 600 MW. Per il periodo successivo al 31/12/2013, le capacità consentite saranno stabilite con apposito decreto del Consiglio dei Ministri. Principali requisiti per l’ottenimento delle licenza:

• Dati di misura dell’irradiazione solare a terra (periodo minimo di 6 mesi);

• Ulteriori dati statistici per altri 6 mesi (senza condizione di misurazione a terra), anche rilevati da organismi esterni (DLR, NASA, METEONORM);

• aree con radiazione orizzontale globale superiore a 1.620 kWh/mq anno;

• Superficie massima utilizzabile a terra per ogni MW di potenza non superiore a 2 ettari;

• Gli impianti non devono insistere su terreni agricoli di classe prima.

L’ Elenco delle coordinate delle singole stazioni di allacciamento per il fotovoltaico è disponibile al sito http://www.enerji.gov.tr/duyurular/Gunes_Enerjisi_Duyurusu.pdf

 

Tariffe feed-in previste per l’energia fotovoltaica e bonus per contenuto locale delle attrezzature (centesimi di dollaro USA per kWh)

Tariffa Feed-in (decennale)                                13,3

Bonus per attrezzature prodotte localmente

(previsti per un massimo di cinque anni) Integrazione pannello            0,8

Moduli PV                                        1,3

Celle                                            3,5

Inverter                                        0,6

Materiale focalizzazione raggi solari nel pannello                    0,5

Incentivo massimo teorico                                20,0

 

Tariffe feed-in previste per l’energia solare a concentrazione e bonus per contenuto locale delle attrezzature (centesimi di dollaro USA per kWh)

Tariffa Feed-in (decennale)                             13,3

Bonus per attrezzature prodotte localmente

(previsti per un massimo di cinque anni)

Tubo collettore radiazione                            2,4

Sistema ottico di riflessione                            0,6

Sistema d’inseguimento solare                        0,6

Accessori meccanici del sistema stoccaggio calore                1,3

Accessori meccanici del sistema produzione vapore            2,4

Motore Stirling1,3

Integrazione pannello e parti meccaniche strutturali                0,6

Incentivo massimo teorico                            22,5

 

Riepilogo delle capacità installate, autorizzate e previste al 2023, e potenziale delle fonti rinnovabili:

fonte: Atti dal Seminario "Opportunità di Investimento in Turchia"-"Mercato dell’Energia e delle Fonti Rinnovabili della Turchia", Roma, 30 Gennaio 2013