Il progetto PvParity e la grid parity

Versione stampabileInvia a un amico
grid parity

Il progetto PVParity è un programma dell'Intelligent Energy Europe (IEE), tra i cui obiettivi e risultati chiave vi sono:
•Definizione del concetto di competitività per il fotovoltaico;
•Sviluppo di roadmap verso la Grid Parity per un set di Paesi Europei attraverso un Tool di simulazione;
•Elaborazione di meccanismi alternativi per l’incentivazione della produzione di energia da fonte fotovoltaica per i Paesi dell’Unione Europea;
•Valutazione della possibilità di scambio di energia tra l’Europa ed i Paesi del Nord Africa e Medio Oriente (MENA);
•Condivisione con i Policy Maker nazionali ed Europei

La definizione di Grid Parity, sviluppata per tutti i segmenti di mercato (residenziale, commericiale, industriale) prende in considerazione gli aspetti riportati in figura:

•Evoluzione dei costi di generazione;
•Evoluzione dei costi dell’elettricità;
•Costi e benefici ambientali;
•Costi e benefici legati alla rete;
•Costi e benefici delle esternalità.

Il concetto di Grid Parity Dinamica si riferisce alle installazioni per le quali la produzione di energia elettrica da fonte fotovoltaica compensa parzialmente o totalmente i consumi di energia. I driver verso la competitività in questo caso sono il risparmio in bolletta ed i guadagni generati dalla produzione di energia elettrica. L’approccio adottato dipende dal segmento di mercato preso in considerazione. Il parametro utilizzato per definire il raggiungimento della competitività è il costo di produzione costante dell'energia sull'intera vita operativa dell'impianto (LCOE), per il calcolo del quale è stata presentata la seguente formula:

CAPEX: spese per capitale, prevalentemente investimenti in conto capitale (per anno)
OPEX: spese operative, costi di gestione (per anno);
EP: produzione di elettricità (kWh per anno)

Il raggiungimento della Grid Parity è calcolato su base economica prendendo in considerazione il valore attuale netto (NPV) secondo la seguente relazione:

 

Ripartizione dettagliata del raggiungimento della Grid Parity, del comparto residenziale, nei Paesi partner. Rispettivamente al 50% e al 90% di probabilità.

Tra i principali fattori che influenzano il raggiungimento della Grid Parity, vi sono:

•Distribuzione della radiazione solare: le aree più assolate di un Paese raggiungono la Grid Parity prima dei valori medi attesi grazie a valori più elevati di producibilità.

•Dinamica dei prezzi dell’energia: l’andamento di crescita del prezzo dell’energia generata da fonti convenzionali favorisce la competitività del fotovoltaico.

•Costo d’investimento: i crescenti volumi delle installazioni, e la conseguente rapida e costante diminuzione del costo degli impianti, hanno portato il fotovoltaico verso la piena maturità tecnica ed economica. Il fenomeno è ancora in corso e si attende un ulteriore riduzione dei costi nei prossimi anni.

•Autoconsumo dell’energia: nelle applicazioni nelle quali esistono utenze da alimentare l’aumento della quota degli autoconsumi migliora i ritorni economici dell’iniziativa. Questo aspetto è reso più rilevante dal costante aumento dei costi al dettaglio e all’ingrosso dell’energia elettrica assorbita.

•Costi amministrativi: le procedure per l’autorizzazione, l’istallazione e la connessione alla rete se troppo lunghe e complesse ostacolano le iniziative e costituiscono un costo fisso difficile da ridurre.

•Integrazione della generazione alle reti elettriche: l’incremento della penetrazione del fotovoltaico per volumi elevati comporta la necessità di adeguare le reti di trasmissione e distribuzione e di realizzare sistemi per l’accumulo di energia a causa della non programmabilità della produzione energetica con il conseguente aumento dei costi di sistema.