Confronto storico dei prezzi del Mercato Elettrico in Italia e in Europa

Versione stampabileInvia a un amico
market picture
di Felice Lucia

E' stata avviata lo scorso 18 giugno alla X Commissione «Industria» del Senato l'Indagine conoscitiva sui "Prezzi dell'energia elettrica e del gas". In particolare, in questa audizione, la Commissione Industria ha ascoltato i rappresentanti del GSE.

Dal confronto tra l'energia scambiata in borsa e i prezzi giornalieri e mensili tra il 2006 e il 2013 si riscontra una diminuizione di energia scambiata di circa il 10% e una diminuizione di prezzo medio che va dall'8% al 19% a seconda dei mesi.

Confrontando con la Potenza installata e le ore di funzionamento negli anni 2007-2011 di Impianti a Ciclo Combinato e Impianti di Pompaggio, si vede che questi hanno perso redditività, in quanto un maggior numero di impianti impianti e meno ore di funzionamento non incidono molto sul prezzo dell'energia:

Nella figura di seguito, è possibile visualizzare l'andamento dei prezzi dell’energia elettrica in borsa da Gennaio 2006 - Aprile 2013:

Confrontando i prezzi dell'energia elettrica delle borse europee, tenendo conto dei Prezzi medi di vendita dell’energia elettrica, l'Italia presenta il costo più alto:

L'andamento dei prezzi dell’energia elettrica sulle borse europee negli anni è invece diagrammato di seguito:

La figura di seguito, invece, mostra l'evoluzione del mercato elettrico nazionale tra il 2006 e il 2013, l' energia scambiata in borsa e la curva oraria del prezzo dell'energia:

Confrontando l'energia scambiata in borsa e i prezzi tra il 25 Aprile 2006 e il 25 Aprile 2013, si ottengono i seguenti grafici:

Il prezzo medio è lo stesso,ma le rinnovabili hanno inciso sul prezzo orario, abbassandolo nelle ore di punta del fotovoltaico (o aumentandolo, in alcuni orari).

I diagrammi seguenti confrontano l'energia scambiata in borsa e i prezzi tra il 25 Aprile 2006 e il 25 Aprile 2013, su base oraria dell'energia scambiata:

Lo stesso avviene in altri giorni, se si confrontano l'energia scambiata in borsa e i prezzi tra il 1° Maggio 2006 e il 1° Maggio 2013:

Per quanto riguarda l'energia scambiata in borsa:

Considerando il Prezzo Unico Nazionale e la fascia oraria 8 – 20, si ottengono i seguenti grafici (medie giornaliere):

Il Presidente e Amministratore delegato del GSE, dott. Nando Pasquali, ha sottolineato come negli ultimi anni sia stato costante l’aumento del volume di energia prodotta utilizzando fonti rinnovabili.
Negli ultimi 10 anni, l’energia prodotta con impianti fotovoltaici è marginalmente cresciuta, sostanzialmente a scapito delle centrali che utilizzano prodotti petroliferi e di quelle a ciclo combinato, grazie alla priorità riconosciuta all'immissione in rete dell'energia prodotta da fonti rinnovabili.
Un focus ha riguardato il livello particolarmente elevato del prezzo dell'energia elettrica pagato dalle imprese e dalle famiglie italiane, al di sopra della media europea, dovuto anche agli incentivi alle rinnovabili presenti nella componente tariffaria A3 e a quelli denominati CIP6 legati alle fonti assimilate alla rinnovabili.