assoRinnovabili sottolinea l’importanza delle Linee Guida della Commissione Europea

Versione stampabileInvia a un amico
european commission

assoRinnovabili concorda con il contenuto della Comunicazione (“Delivering the internal electricity market and making the most of public intervention”) presentata lo scorso martedì 5 Novembre da Oettinger, commissario europeo all’Energia. 
 
Il primo punto su cui assoRinnovabili concorda, anche in relazione alle discussioni in corso sul DL “Fare bis”, è la contrarietà a qualunque intervento retroattivo che abbia un impatto economico sugli impianti da fonti rinnovabili esistenti. 
 
Riteniamo altrettanto condivisibili anche i suggerimenti dati per risolvere il problema dell’overcapacity attraverso politiche ambientali più stringenti che rimuovano ogni incentivo alle fonti fossili e conducano ad una graduale dismissione degli impianti più inquinanti. In relazione a ciò il commissario ha inoltre 
richiamato giustamente i Paesi membri ad evitare qualsiasi sistema volto a remunerare la capacità degli impianti di energia fossile. 
 
“Se vorrà raggiungere gli obiettivi definiti dalla SEN, il nostro Governo dovrà porre la massima attenzione a tali linee guida. – afferma il presidente Re Rebaudengo - Su troppi punti negli ultimi mesi le posizioni espresse dal nostro esecutivo e dalla AEEG si sono dimostrate distanti da quelle della Commissione Europea, con riferimento sia ai più volte ventilati interventi retroattivi che alle soluzioni pensate per risolvere l’eccesso di capacità del nostro Paese.”