Illegittimità art.1 l.r. Molise n. 23/2010

Versione stampabileInvia a un amico

La Corte Costituzionale con sentenza 11 novembre 2011, n. 308 ha dichiarato l’illegittimità costituzionale dell’articolo 1, comma 1, lettere a) e b), della legge della Regione Molise 23 dicembre 2010, n. 23, recante «Modifiche ed integrazioni alla legge regionale 7 agosto 2009, n. 22 (Nuova disciplina degli insediamenti degli impianti di produzione di energia elettrica da fonti rinnovabili nel territorio della Regione Molise)».

Il legislatore regionale non può procedere autonomamente all’individuazione dei siti nei quali non è consentita la costruzione degli impianti di produzione di energia da fonti rinnovabili, potendo ciò avvenire solo sulla base delle linee guida nazionali adottate con il d.m. 10 settembre 2010 (sentenze nn. 124 e 119 del 2010). In particolare (sentenza n. 168/2010), non è consentito alle Regioni di provvedere autonomamente alla individuazione di criteri per il corretto inserimento nel paesaggio degli impianti alimentati da fonti di energia alternativa e ciò in quanto l’adozione delle citate linee guida, previste dall’art. 12 del d.lgs. n. 387 del 2003, è informata al principio di leale collaborazione tra Stato e Regioni.