Moduli fotovoltaici esclusi dalla direttiva su sostanze pericolose

Versione stampabileInvia a un amico

Modifiche alla Direttiva 27 gennaio 2003, n. 2002/95/Ce sulla restrizione dell'uso di determinate sostanze pericolose nelle apparecchiature elettriche ed elettroniche

Il Consiglio Ue ha comunicato il 27 maggio scorso di avere definitivamente approvato le modifiche alla direttiva 2002/95/Ce che vieta l’uso di sei sostanze pericolose nelle apparecchiature elettriche ed elettroniche. Secondo le modifiche, le disposizioni della direttiva non si applicano ai moduli fotovoltaici, e temporaneamente, anche alle lampadine a risparmio energetico.

Gli Stati membri avranno 18 mesi dalla pubblicazione sulla Gazzetta ufficiale Ue per adeguare le leggi nazionali.