Inceneritore di San Lazzaro, esempio di modernità

Versione stampabileInvia a un amico
di Alessandro Romeo

A San Lazzaro, in provincia di Padova, sorge un impianto di incenerimento rifiuti urbani non pericolosi della Acegas APS

Con una produzione media di 652 kWh/t chilowattora per tonnellata di rifiuto, l'impianto produce 118.000.000 kWh/anno. E pur consumando 20.000.000 kWh/anno di energia, ha una produzione netta di ben 98.000.000 kWh/anno.

A rendere l'impianto moderno è il sistema informatico adottato per il monitoraggio dei parametri che assicura una puntuale gestione e un costante efficientamento del processo.

Il monitoraggio costante dell'attività è alla base del buon funzionamento di qualsiasi impianto. Nel caso dell'inceneritore di San Lazzaro le tecnologie impiegate per lo svolgimento di questo compito vanno sotto il nome di SCADA e DCS (che acquisiscono e gestiscono i dati di processo), e di SME (che elabora in medie semiorarie i dati relativi ai fumi emessi).

I dati in tempo reale confluiscono in un sito internet, assieme ai monitoraggi periodici, e sono liberamente consultabili.