Il sistema “eco:Drive”

Versione stampabileInvia a un amico

Dopo il recente successo al 56esimo Festival internazionale della pubblicità di Cannes, l’innovativo “eco:Drive” continua a mietere successi tra gli utenti. Disponibile per i modelli Fiat 500, Grande Punto, Bravo – e da oggi anche Qubo e Croma – il software sfrutta le potenzialità della piattaforma Blue&Me e consente ai guidatori di capire meglio come il proprio stile di guida influenzi i consumi e l’emissione di sostanze inquinanti. Nei primi otto mesi dal lancio, sono oltre 50 mila le persone che lo hanno “scaricato” gratuitamente dal sito www.fiat.com/ecodrive.

Senza contare che più di 20.000 persone lo utilizzano costantemente per monitorare il proprio stile al volante, animando la vita di “eco:Ville”, una community on-line dove condividere l’impegno verso una guida eco-responsabile. Dunque, un grande successo di pubblico ma anche un impegno concreto: infatti, grazie a consigli di “eco:Drive”, è stato possibile risparmiare più di 1.500 tonnellate di CO2 in Europa, equivalenti all’energia necessaria ad illuminare le vie di una città come Ginevra per 16 mesi.

Infatti, l’applicativo “eco:Drive” è stato protagonista del 56esimo Festival internazionale della pubblicità di Cannes dove ha conquistato il premio più prestigioso: il “Grand Prix” nella categoria Cyber, anche grazie al lavoro svolto dall’agenzia londinese AKQA.

In dettaglio, mentre si guida la propria vettura, “eco:Drive” raccoglie tutte le informazioni relative all’efficienza del veicolo e alle caratteristiche di guida dell’automobilista. Tutti i dati, attraverso la porta USB del sistema di infotainment Blue&Me, vengono così trasmessi all’interno di una normale chiavetta USB e quindi disponibili per una successiva “lettura” su un computer. Infatti, l’utente può analizzare con attenzione consumi ed emissioni di ognuno dei suoi viaggi (dando vita a un proprio ecoIndex) e ricevere consigli su come guidare per avere un minore impatto ambientale. Infatti, grazie ad una serie di tutorial progressivi, si potrà migliorare il proprio punteggio: basti pensare che gli automobilisti più attenti ad una guida “eco-responsabile” possono attendersi miglioramenti del proprio stile di guida pari al 15%, che significa ridurre le emissioni di CO2 del 15% e un risparmio annuo di carburante compreso tra 120 e 200 euro.

Il sistema sarà infine costantemente aggiornato, grazie al contributo degli utenti, rendendolo ancora più utile. Da ricordare, infine, che “eco:Drive” è un sistema che si avvale della tecnologia Blue&Me, la piattaforma sviluppata congiuntamente da Fiat Group Automobiles e Microsoft che ha già ottenuto diversi riconoscimenti internazionali e raggiunto la quota di 800.000 unità installate in circa due anni sui vari modelli del Gruppo.