Solo il 50% dei produttori di moduli resisteranno tra un anno.Siamo alla resa dei conti

Versione stampabileInvia a un amico

Durante l'ultima conferenza a Berlino di Photon in questa fase di consolidamento le aziende fotovoltaiche si stanno preparando per ulteriori riduzioni dei costi e ad affrontare la frammentazione dei mercati.
Capacità di silicio sufficienti per altri quattro anni
Il gigantesco eccesso di offerta silicio è stato oggetto della decima Conferenza di Photon sul silicio solare. I principali rappresentanti dell'industria hanno convenuto che vi è un eccesso di offerta destinato ad aumentare, spingendo i prezzi verso il basso. Secondo Martin Meyers di Photon Consulting, “i maggiori produttori avranno capacità più che sufficiente a soddisfare la domanda prevista - e che la situazione rimarrà invariata per almeno altri quattro anni. "Solo pochi produttori avranno probabilità di sopravvivere", dice Meyers. Si pensa che solo circa 11 produttori ce la faranno ad arrivare al 2013, poiché dovranno produrre per meno di $ 30/kg con un prezzo in discesa. Henning Wicht, un consulente , prevede che i prezzi scenderanno a $ 22/kg nel 2012 - e rimarranno tali nel 2013. I piani di espansione enormi annunciate dalle più grandi aziende, tra cui Hemlock Semiconductor Corp., Wacker Chemie AG saranno sospesi , in alcuni casi, forse solo rimandati.
Nuovi materiali per inverter solari
Presso la confernza Photono sugli inverter gli esperti hanno discusso dei cambiamenti in atto nel settore fotovoltaico degli inverter. Mentre i produttori di inverter devono vendere i loro dispositivi a prezzi sempre più bassi i requisiti di rete stanno diventando sempre più rigorosi e al tempo stesso l'efficienza deve essere tra il 98% e 99%. Componenti a semiconduttore su misura sono una possibile soluzione, ha detto Andrea Vezzini dell'Università di Berna. Ciò comporterebbe l'utilizzo di componenti a semiconduttore a base di nitruro di gallio, consentendo inverter più efficienti con meno componenti. Efficienze elevate possono anche essere ottenute utilizzando transistori in carburo di silicio. Come leader di mercato SMA Solar Technology AG ha introdotto il primo dispositivo standard con transistor in carburo di silicio l'anno scorso, gli esperti ritengono che altri produttori seguiranno.

Molti produttori di moduli scompariranno nel 2012
Secondo i partecipanti di PHOTON della 7a Conferenza per gli Investitori sul PV ,le aziende di produzione dovranno sopportare le perdite di esercizio per almeno un altro anno, si prevede che circa la metà dei circa 120 produttori di moduli più grandi che operano a inizio anno non sarà in commercio entro il 2013. Il numero si dimezzerà ancora una volta nel 2014,  secondo Meyers.
"Almeno quattro dei più grandi non stanno fornendo la qualità che sarà necessaria per il futuro", afferma Peter Fath, CTO di Centrotherm Photovoltaics AG. "Le aziende che hanno diversificato dalla produzione pura si trovano in una posizione migliore per superare questo momento difficile", dice Meyers.
Centrotherm dice che può già vendere linee integrate che producono moduli per 66 centesimi di euro per W. La Società informa inoltre i produttori a considerare la possibilità di usare materiali come il silicio metallurgico. Nel 2014, Centrotherm mira a fornire linee chiavi in ​​mano in grado di produrre moduli di 276 W, con il 20% efficienza, per un costo complessivo di 54 centesimi di euro per W. E se i costi delle materie scenderanno più rapidamente del previsto, i costi di produzione sarebbero di 45 centesimi di euro.

Inoltre, nuovi modelli di business per la distribuzione, costruzione e gestione dei sistemi solari sono stati discussi: è stato suggerito che i servizi pubblici e i loro clienti possono beneficiare di installazione di piccoli impianti fotovoltaici sui tetti.