Pessima performance italiana per la riduzione di emissioni di CO2

Versione stampabileInvia a un amico

Germanwatch, l'associazione non governativa che ogni anno, in occasione delle conferenza mondiale sui cambiamenti climatici, quest'anno tenutasi a Cancun in Messico, stila la classifica dei buoni e dei cattivi, analizzando i 60 Paesi che rappresentano oltre il 90 per cento delle emissioni globali di anidride carbonica, posiziona l'Italia al 58° posto su 60 nelle politiche ambientali.

In un anno siamo passati dal 44° al 41° posto (su sessanta) nella graduatoria dei Paesi che emettono più anidride carbonica nel mondo.

Tra i 27 Paesi dell’Europa la performance climatica dell’Italia è al ventunesimo posto, avanti soltanto a Estonia, Grecia, Slovenia, Bulgaria, Lussemburgo e Polonia.

Praticamente in Italia la cosiddetta green economy è solo un sogno.

Primo classificato è il Brasile, posizione meritata per il suo uso dei biocarburanti e per i primi passi nel contenimento della deforestazione.

Commenti

Great !

I was excited to find this site. I wanted to thank you for your time for this wonderful read!! I definitely savored every little bit of it and I have you book marked to check out new things in your web site - what is my ip ???