Il presidente di Ifi Alessandro Cremonesi commenta lo stralcio dell’art. 65 riguardante gli impianti fotovoltaici su terreni agricoli

Versione stampabileInvia a un amico

Prendiamo atto con favore dello stralcio dell’articolo 65 del Dl Liberalizzazioni, voluto poche ore fa dalla commissione Industria del Senato. E’ il risultato di una collaborazione virtuosa tra politica e associazioni del settore che hanno saputo mettere in evidenza il danno economico e l’incongruenza di una norma che aveva un inaccettabile valore retroattivo.
Ora gli impianti fotovoltaici in costruzione sui terreni agricoli possono tornare ad accedere al conto energia. Questo consentirà di portare a termine i progetti avviati che avevano subito un stop con ingenti danni per chi aveva già sostenuto gli investimenti”.

 

Con oltre 120 milioni di Euro di investimenti già effettuati e 80 milioni di investimenti previsti nei prossimi due anni, 700 MW di moduli prodotti nel 2010, il Comitato IFI annovera fra i soci fondatori le principali aziende italiane produttrici di celle e moduli fotovoltaici che rappresentano oltre l'80% della produzione nazionale. I soci del Comitato IFI: Azimut, Brandoni Solare, Cappello Alluminio, Eclipse Italia, Energyglass, Energica, Ferrania Solis, Marcegaglia Buildtech, MX Group, Renergies Italia, Solarday, Solsonica, Spsistem, Torrisolare,Vipiemmesolar, Xgroup.