Solar Print Project, celle fotovoltaiche stampabili

Versione stampabileInvia a un amico
di Alessandro Romeo

Nel campo delle energie rinnovabili le sperimentazioni sui materiali d’impiego sono all’ordine del giorno. L’IIT, l’Istituto Italiano di Tecnologia di Milano, in collaborazione con Omet, un’azienda del leccese che vende macchine da stampa, è al lavoro sul Solar-Print Project, un progetto che  nell’ambito del fotovoltaico propone la produzione di celle di plastica stampata in alternativa al silicio. 


I moduli fotovoltaici sarebbero quindi basati su polimeri colorati, stampabili con la tecnologia Roll-to-Roll: film polimerici fotoreattivi semitrasparenti, di circa 100-300 nanometri, che assorbirebbero l’elettricità grazie alla miscela di particelle semiconduttrici organiche (costituite da un polimero elettron-donatore e da una molecola elettron-accettore) di cui sono composti. 


La caratteristica fondamentale di questa tecnologia è quella di richiedere molto meno spazio di quella tradizionale, facilitando quindi l’integrazione in moduli solari piccoli e leggeri, adatti a dispositivi portatili.
Non solo. La tecnica a stampa permetterebbe una produzione molto più veloce e versatile, con conseguenti vantaggi in termini di economia ed ecocompatibilità. 
I tasti dolenti sono invece l’efficienza, inferiore del 3% rispetto alle celle in silicio, e la durata, di soli tre anni. Un progetto, quindi, da tenere d’occhio ma su cui bisognerà lavorare ancora molto.