La gerarchia delle attività nella gestione rifiuti

Versione stampabileInvia a un amico
rifiuti
di Carmine Lorenzo

Si intende per "rifiuto" qualsiasi sostanza od oggetto di cui il detentore si disfi o abbia l'intenzione o abbia l'obbligo di disfarsi.

Secondo il Testo Unico Ambientale la gestione dei rifiuti è effettuata conformemente ai principi di precauzione, di prevenzione, di sostenibilità, di proporzionalità, di responsabilizzazione e di cooperazione di tutti i soggetti coinvolti nella produzione, nella distribuzione, nell'utilizzo e nel consumo di beni da cui originano i rifiuti, nonché del principio chi inquina paga. A tale fine la gestione dei rifiuti è effettuata secondo criteri di efficacia, efficienza, economicità, trasparenza, fattibilità tecnica ed economica, nonché nel rispetto delle norme vigenti in materia di partecipazione e di accesso alle informazioni ambientali.

Per "gestione" s'intende la raccolta, il trasporto, il recupero e lo smaltimento dei rifiuti, compresi il controllo di tali operazioni e gli interventi successivi alla chiusura dei siti di smaltimento, nonché le operazioni effettuate in qualità di commerciante o intermediario.

Non costituiscono attività di gestione dei rifiuti le operazioni di prelievo, raggruppamento, cernita e deposito preliminari alla raccolta di materiali o sostanze naturali derivanti da eventi atmosferici o meteorici, ivi incluse mareggiate e piene, anche ove frammisti ad altri materiali di origine antropica effettuate, nel tempo tecnico strettamente necessario, presso il medesimo sito nel quale detti eventi li hanno depositati.

La gestione dei rifiuti avviene nel rispetto della seguente gerarchia:

a) prevenzione;

b) preparazione per il riutilizzo;

c) riciclaggio;

d) recupero di altro tipo, per esempio il recupero di energia;

e) smaltimento.

La gerarchia stabilisce, in generale, un ordine di priorità di ciò che costituisce la migliore opzione ambientale: 

"Riutilizzo": qualsiasi operazione attraverso la quale prodotti o componenti che non sono rifiuti sono reimpiegati per la stessa finalità per la quale erano stati concepiti;

"Preparazione per il riutilizzo": le operazioni di controllo, pulizia, smontaggio e riparazione attraverso cui prodotti o componenti di prodotti diventati rifiuti sono preparati in modo da poter essere reimpiegati senza altro pretrattamento;

"Riciclaggio": qualsiasi operazione di recupero attraverso cui i rifiuti sono trattati per ottenere prodotti, materiali o sostanze da utilizzare per la loro funzione originaria o per altri fini. Include il trattamento di materiale organico ma non il recupero di energia né il ritrattamento per ottenere materiali da utilizzare quali combustibili o in operazioni di riempimento;

"Recupero": qualsiasi operazione il cui principale risultato sia di permettere ai rifiuti di svolgere un ruolo utile, sostituendo altri materiali che sarebbero stati altrimenti utilizzati per assolvere una particolare funzione o di prepararli ad assolvere tale funzione, all'interno dell'impianto o nell'economia in generale. L'allegato C della Parte IV del TUA riporta un elenco non esaustivo di operazioni di recupero;

"Smaltimento": qualsiasi operazione diversa dal recupero anche quando l'operazione ha come conseguenza secondaria il recupero di sostanze o di energia. L'allegato B alla Parte IV del TUA riporta un elenco non esaustivo delle operazioni di smaltimento.

In definitiva la principale attività, non soggetta ad autorizzazione, è il riutilizzo, inteso come riuso di un prodotto per le stesse finalità per le quali era stato concepito ed utilizzato in precedenza. E' il caso dei depositi/magazzini ove vengono conservati "prodotti" in disuso per essere utilizzati all'occorrenza. Cultura contraria all'"usa e getta"!

La preparazione per il riutilizzo, invece, è una particolare attività, effettuata da terzi, quindi soggetta ad autorizzazione, e volta a "riabilitare" qualcosa che è diventato rifiuto mediante operazioni di pulizia, controllo, smontaggio e riparazione in centri e reti accreditati “di riparazione/riutilizzo”.

Si sottolinea, a tal proposito, che si è ancora in attesa di un decreto che definisca le modalità operative per la costituzione e il sostegno di centri nonché del “catalogo esemplificativo di prodotti e rifiuti di prodotti che possono essere sottoposti, rispettivamente a riutilizzo o a preparazione per il riutilizzo”. 

Infine, vi sono le attività di trattamento dei rifiuti propriamente dette, anch'esse soggette ad autorizzazione, che si distinguono in recupero, se volte al fine di ottenere una materia prima seconda, o smaltimento in tutti gli altri casi.

Il riciclaggio differisce dal recupero in quanto il trattamento prevede a valle del recupero la produzione di un prodotto.

Commenti

Fashion critics sometimes

Fashion critics sometimes crow about how we now live in a post-trend world, but I'm not sure that's entirely correct when it comes to hermes handbags outlet. While it's true that the market now provides more variety than ever, it's still possible to find clear commonalities in a seasonal round of accessories, and that was absolutely true of the bags that came down the runway at New York Fashion Week Spring 2017 last week. First and foremost, saddle bags aren't going anywhere, and that's probably a good thing. The shape is simple and functional, and it looks good in a variety of sizes and holds more than you'd think. Also notable were the number of printed and patterned louis vuitton replica handbags that graced the season's New York runways; consumers have lately seemed to want something a little more interesting and personal than a plain, solid color on a bag, and it looks like the city's designers intend to give it to them. New York tends not to lead when it comes to bag trends, though, so we're still anticipating the real fireworks in Milan and Paris in the coming weeks. In the meantime, check out over two dozen of Spring 2017's best bags below. Jason Wu's bags were nice. I feel like Kate Spade really upped her oakley replica sunglasses for spring! Tory Burch has beautiful bags too. Um, Thomas Maier's bucket bag looks exactly like Jill Milan's bucket bag from a few years ago. . . Hmmmm I loved Monique Lhuillers' spring runway bags too. It would appear that Marc Jacobs is trying for the avant-garde vibe that Allesandro Michele is doing at Gucci but it just not working! Allesandro has this amazing ability to take whimsical design replica mulberry handbags and turn them into something fresh and luxurious, apparently not so easy to copy.

How To Get Free Followers On Instagram

Free Instagram Followers Online

Free Instagram Followers now easily available on this webpage. If you are looking for these insatgram followers then visit our website and grab it. Our team provides best service by which you can easily provides these instagram free followers online.