Da consorzi bonifica 18.000 km di canali per mini-idro

Versione stampabileInvia a un amico
di Petronilla Addeo

I Consorzi di bonifica mettono a disposizione 180 mila chilometri di canali per la sfida del 'mini idroelettrico', cosi' come i bacini di raccolta idrica per gli impianti fotovoltaici. E' questa la risposta dell'Anbi, l'Associazione nazionale bonifiche e irrigazioni, ai due referendum dedicati all'acqua e all'energia, annunciata dal presidente Massimo Gargano, al termine dei due giorni del congresso internazionale dedicato all'acqua: irrigazione, energie rinnovabili, ambiente. Ai lavori sono intervenuti, tra gli altri, il sottosegretario alle Politiche agricole, Roberto Rosso, il presidente della Commissione Agricoltura della Camera, Paolo Russo, Gianni Alemanno, sindaco di Roma e presidente del Consiglio Nazionale Anci e i presidenti delle tre organizzazioni agricole.

''Rappresentiamo un modello di sviluppo in sintonia con questa societa', cui diamo risposte concrete come l'avvio operativo del sistema Irriframe sta a dimostrare - ha precisato Gargano - guardando al futuro di un mondo agricolo che ha bisogno di maggiore apporto idrico e che esprime comunque forte soddisfazione verso il servizio offerto''. Il presidente ha infine ricordato il necessario impegno per un'interpretazione della Direttiva Europea sulle Acque, che non penalizzi ingiustamente l'agricoltura